Valutazione e Batteria Test

Valutazione neuropsicologica cognitivo funzionale

L’indagine neuropsicologica cognitivo funzionale comprende una valutazione degli aspetti cognitivi relativi al ragionamento, alle memorie, al linguaggio, al sistema visuo-spaziale, all’attenzione e alle diverse componenti dell’ Executive Attention; in età dello sviluppo verrà inoltre indagato lo stato degli apprendimenti, della comprensione del testo e del problem solving in linea con le linee guida nazionali. L’obiettivo è stilare un profilo dei punti di forza e di debolezza dei soggetti al fine dell’inquadramento diagnostico secondo l’ICD10, del supporto alla compilazione di un Piano Didattico Personalizzato in ambito scolastico e alla presa in carico abilitativa.

Gli ambiti di applicazione sono numerosi: disturbi o difficoltà di apprendimento in età scolare, valutazione degli indici di rischio in età prescolare, disturbi da deficit d’attenzione con iperattività, disturbi dell’autoregolazione, psicopatologia dello sviluppo in generale, disturbi visuo-spaziali, traumi cranici adulti, patologie neurodegenerative, problematiche cognitive conseguenti all’epilessia.

Come centro scientifico effettuiamo indagini di approfondimento miranti ad orientare dal punto di vista funzionale cognitivo e centrare patologie non facilmente inquadrabili con protocolli di routine.

Per l’età dello sviluppo l’iter neuropsicologico, congruente con la specificità di ogni situazione clinica, prevede alcuni momenti: un colloquio anamnestico, un lavoro calibrato di approfondimento conoscitivo e diagnostico ed un colloquio finale di inquadramento del caso in cui viene proposto e condiviso un piano di trattamento cognitivo individualizzato. Viene rilasciata inoltre una relazione approfondita, come richiesto dalla normativa ministeriale vigente sui DSA (legge 170) e sui BES (MIUR, 2013); tale relazione ricalca il nostro protocollo originale e può facilitare la scuola nella compilazione del Piano Didattico Personalizzato (PDP) e nell’uso appropriato degli strumenti compensativi e delle misure dispensative.

Per l’adulto saranno analizzati, attraverso una completa indagine neuropsicologica, i diversi aspetti dell’attività cognitiva utili per fornire un profilo funzionale del soggetto traumatizzato o con sospetta malattia degenerativa. Anche in questo caso verrà suggerito un progetto riabilitativo personalizzato.

Nella relazione, sia in età dello sviluppo che negli adulti, saranno esposti in chiaro tutti i dati emersi dalle prove psicometriche somministrate come prassi nell’approccio neuropsicologico; ciò permetterà di rendere più trasparenti e condivisibili i commenti, le conclusioni ed i profili diagnostici delineati.


Batteria per la valutazione delle Funzioni esecutivo-attentive

Il termine “Funzioni esecutivo-attentive” fa riferimento ad un sistema trasversale a tutte le abilità cognitive, che si esprime attraverso un modello di memoria di lavoro (la Working Memory Capacity) e coinvolge le diverse funzioni esecutive. Tali funzioni non sono facilmente valutabili isolatamente a causa dell'impurità dei test e della sovrapponibilità sempre emergente tra le funzioni stesse (es. Rabbitt, 1997; Mc Cabe et al., 2010; Miyake & Friedman, 2012; Benso, in press per Hogrefe).

La Batteria per la valutazione delle Funzioni esecutivo-attentive (MEA - Hogrefe) messa a punto in questi anni fornisce una misura sensibile alla debolezza di tali funzioni ed ai diversi profili esecutivi, ancora non tutti noti (Hoffman, Baddeley et al., 2011), che possono sfuggire al singoli test, se questi sono molto impuri o addirittura inadatti. 





Link alla batteria MEA sito editore:
https://www.hogrefe.it/it/catalogo/test/bambini-e-adolescenti/mea-measures-executive-attention/#scheda-features

La batteria è nata diversi anni fa con finalità di ricerca nell’ambito di studi sul funzionamento cerebrale, ma molto presto è stata impiegata anche in campo clinico, grazie all’efficacia testistica delle prove che la costituiscono, ed è utilizzata in diverse Università, per la ricerca, ed in molti Centri clinici. Proprio in virtù della ricerca continua e dei riscontri provenienti dalla clinica, nel tempo è stata migliorata ed arricchita di nuovi strumenti di misura.

Lo strumento è composto da 9 test, di cui 5 applicabili a partire dall’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia, ad alta predittività sui futuri apprendimenti, con standardizzazioni fino ai 13 anni. Le prove che la compongono sono: Switch di aste, Matrici di colori, Naming di colori, Fluenza figurale, Cancellazione e visual search, Enumerazione indietro – avanti, Alpha span, Test di categorizzazione, Test PASOT.

L'insieme dei test proposti è stato selezionato negli anni per la sensibilità dimostrata, che in parte si sovrappone e in parte è unica per ogni prova. Per la potenza mostrata, le prove possono essere somministrate singolarmente; inoltre, coinvolgendo e valutando anche alcune abilità grafo-motorie e/o linguistiche (funzionali per gli aspetti sottrattivi utili a contenere gli effetti dell'impurità), consentono di raccogliere più indici contemporaneamente, indirizzando la diagnosi e riducendo i tempi globali della valutazione.

Molte delle prove proposte correlano fortemente con gli apprendimenti. Pertanto possono essere potenti indici predittivi se somministrate precocemente. Inoltre, nelle fasi prettamente diagnostiche diventano misure utili per la descrizione dei meccanismi che portano allo sviluppo degli apprendimenti e per creare eventuali protocolli di intervento nei disturbi dell'età evolutiva.



MEA - Measures of Executive Attention


Francesco Benso, Grazia Maria Santoro, Eleonora Ardu


Finalità:valutazione dell’attenzione esecutiva con l'insieme funzioni esecutive che la rappresentano
Età/target:5-13 anni (a seconda delle prove)
Caratteristiche:prove di performance con utilizzo di stimoli verbali, non verbali, figurali e uditivi
Composizione:
9 prove utilizzabili singolarmente o a cluster
Somministrazione:forma: individuale
tempo: 30’-40’ (cluster 1:5 anni); 20’-30’ (cluster 2: 6-7 anni); 40’-45’ (cluster 3: 8-9 anni e 4: 10-13 anni)
Scoring:forma: protocollo di registrazione durante la somministrazione
tempo: 10-15' ca. per prova
Psicometria:punti z, centili, punti T 
Campione:2273 ss divisi i 8 fasce d’età (5-13 anni)
Data di pubblicazione:febbraio 2019
Qualifica:B1


MEA consiste di 9 test, di cui 5 applicabili a partire dall’ultimo anno della scuola dell’infanzia, ad alta predittività sui futuri apprendimenti, e altri 4 standardizzati fino ai 13 anni. L’insieme dei test è stato selezionato per la sensibilità dimostrata, che può evidenziare le differenze esecutivo-attentive. Per la loro potenza, i test possono essere somministrati anche singolarmente, perdendo ovviamente un po’ di sensibilità. Inoltre, consentono di raccogliere più indici contemporaneamente, in quanto alcune delle prove valutano anche abilità grafo-motorie e/o linguistiche. Tali valutazioni sono utili per sottrarre, in seguito, le interferenze periferiche durante la misura dei sistemi centrali (problema dell’“impurità”). L’insieme di questi dati può integrare e orientare il set diagnostico, fornendo spiegazione e supporto ai modelli che spiegano i disturbi dello sviluppo.


I test


1. Switch di aste (5-6 anni): sollecitando l’abilità e la memoria di switch, valuta sia aspetti di motricità fine che esecutivo-attentivi: flessibilità cognitiva, controllo esecutivo, attenzione sostenuta, avvio, memoria. È un buon indice predittivo per i futuri apprendimenti.
2. Matrici di colori (5 anni): richiedendo ai soggetti di svolgere due compiti contemporaneamente (“dove” e “che cosa”) impegna la memoria di lavoro ed è un’espressione di diverse e molteplici funzioni esecutivo-attentive necessarie a svolgere il compito.
3. Naming di colori (5-9 anni): valuta l’abilità di accesso lessicale, ma nel contempo l’efficienza dei sistemi esecutivo-attentivi che portano al formarsi della memoria associativa necessaria all’accesso lessicale. Possiede un’elevata capacità predittiva degli apprendimenti scolastici, in particolare rispetto alla velocità di lettura.
4. Fluenza figurale (5-13 anni): valuta la flessibilità cognitiva e il mantenimento di uno scopo, che coinvolge in percentuali non quantificabili controllo esecutivo, flessibilità cognitiva, memoria, avvio, attenzione sostenuta. Fornisce, inoltre, informazioni sulla competenza grafo-motoria.
5. Cancellazione e visual search (5-13 anni): valuta la ricerca visiva semplice e complessa, l’attenzione selettiva e sostenuta, l’orientamento spaziale e la motricità fine.
6. Enumerazione indietro-avanti (8-13 anni): indaga diversi aspetti dell’”executive attention” come possono essere il controllo esecutivo-attentivo, l’attenzione sostenuta e l’esplorazione di una rappresentazione mentale. Fornisce, inoltre, informazioni sulla fluenza linguistica.
7. Alpha span (8-13 anni): valuta la capacità di rielaborazione in memoria di lavoro, che comprende l’abilità a sostenere nel tempo l’attenzione contrastando l’interferenza dei distrattori, e pertanto l’insieme non separabile di diverse funzioni esecutive di base.
8. Categorizzazione (8-13 anni): valuta la capacità di rielaborazione in memoria di lavoro, che comprende l’abilità a sostenere nel tempo l’attenzione contrastando l’interferenza dei distrattori, e quindi diverse funzioni esecutive di base. Inoltre, fa emergere le abilità di categorizzazione semantica ed è adatto per i bambini che non conoscono ancora l’alfabeto.
9. PASOT (8-13 anni): è un compito di n-back che valuta la capacità di rielaborazione in memoria di lavoro che coinvolge l’insieme di diverse funzioni esecutive di base, come la resistenza all’interferenza di distrattori molto attivi. Può isolare quei soggetti che superano le prove routinarie sull’attenzione esecutiva e ha mostrato anch’esso un’elevata correlazione con gli apprendimenti e la comprensione del testo scritto.
     Materiale
Le prove MEA sono somministrate attraverso protocolli di somministrazione e moduli di registrazione specifici per prova, carte (prove 2/3/9), un libretto stimoli (prova 2), oggetti manipolabili (gettoni prova 2), componenti multimediali (audio prova 9). I file audio sono inseriti nel PDF multimediale contenente protocolli di somministrazione e moduli di registrazione, scaricabile dalla piattaforma eLibrary di Hogrefe. Sempre dalla eLibrary di Hogrefe è scaricabile la guida alla somministrazione e allo scoring in formato PDF eBook. I materiali cartacei riutilizzabili e i gettoni sono contenuti nel kit fisico.
Il kit può essere completato con il volume Attenzione esecutiva, memoria e autoregolazione di F. Benso, che approfondisce l’approccio teorico, metodologico e sperimentale alla base delle prove MEA.